HIGHLIGHTS: Gli alberi non finiscono mai di crescere?

Titolo originale: Rate of tree carbon accumulation increases continuously with tree size Autori: Stephenson NL, Das AJ, et al. Rivista: Nature, early view, 15 January 2014 doi: 10.1038/nature12914 Un articolo che rimette un discussione un’opinione ben radicata, che cioè gli alberi grandi e vecchi cessino di crescere e di accumulare carbonio. Oltre il 97% delle specie di alberi tropicali e di zone temperate (in tutto 403) studiati in questa ricerca, più erano vecchi infatti più accumulavano carbonio rispetto di alberi di dimensioni ed età minori. Il paradosso apparente della maggior crescita negli alberi vecchi, accoppiata peraltro alla diminuzione della produttività … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Gli alberi non finiscono mai di crescere?

HIGHLIGHTS: Collelongo in copertina su Tree Physiology

Titolo originale: Seasonal and inter-annual dynamics of growth, non-structural carbohydrates and C stable isotopes in a Mediterranean beech forest Autori: Andrea Scartazza, Stefano Moscatello, Giorgio Matteucci et al. Rivista: Tree Physiology (2013) doi: 10.1093/treephys/tpt045 Lo studio presenta l’analisi di dinamiche stagionali e inter-annuali di crescita, carboidrati non strutturali (NSC) e composizione isotopica del carbonio (δ13C) sui NSC, nella faggeta di Collelongo (Italia centrale), in un periodo di osservazione di due anni caratterizzato da differenti condizioni climatiche. I risultati dimostrano che il carbonio netto assimilato dalle piante di alto fusto è stato utilizzato per sostenere la crescita a inizio stagione vegetativa e per l’accumulo di … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Collelongo in copertina su Tree Physiology

HIGHLIGHTS: Primi segni di saturazione nelle foreste Europee sink di carbonio.

Titolo originale: First signs of carbon sink saturation in European forest biomass Autori: Gert-Jan Nabuurs, Marcus Lindner, Pieter J. Verkerk et al. Rivista: Nature Climate Change (2013), Perspective doi: 10.1038/nclimate1853 In questo articolo gli autori sottolineano i primi segni di saturazione delle foreste europee sink carbonio. Lo studio è stato condotto su popolamenti forestali degli stati dell’UE (eccetto Romania, Irlanda e Malta), incluse Norvegia, Svizzera, Albania, Serbia e Bosnia. Il lavoro pone l’accento su tre punti allarmanti: i) la riduzione degli incrementi volumetrici (13 milioni di m3 in meno su 178 milioni di ettari di popolamenti forestali); ii) l’aumento della deforestazione; iii) i disturbi naturali ed antropogenici. Le attuali … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Primi segni di saturazione nelle foreste Europee sink di carbonio.

HIGHLIGHTS: L’emergente priorità della gestione idrica in ambito forestale

Titolo originale: Watering the forest for the trees: an emerging priority for managing water in forest landscapes Autori: Gordon E Grant, Christina L Tague and Craig D Allen Rivista: Frontiers in Ecology and the Environment (2013, 11: 314-321) doi: 10.1890/120209 Le recenti minacce derivanti da siccità stanno spingendo ad una rivalutazione della gestione delle risorse idriche in ambito forestale. In contrasto con l’opinione ampiamente diffusa che la gestione forestale dovrebbe enfatizzare la fornitura di acqua per usi a valle, in questo lavoro gli autori sostengono che il mantenimento della salute delle foreste, nell’attuale contesto di un clima che cambia, potrebbe richiedere l’utilizzo delle … Continua a leggere HIGHLIGHTS: L’emergente priorità della gestione idrica in ambito forestale

HIGHLIGHTS: Lo stress climatico aumenta la pericolosità degli incendi negli Stati Uniti occidentali

Titolo originale: Climatic stress increases forest fire severity across the western United States Autori: Phillip J. van Mantgem, Jonathan C. B. Nesmith, MaryBeth Keife, et al. Rivista: Ecology Letters (2013), Early View doi: 10.1111/ele.12151 Recentemente in molte aree degli USA si sta cercando di contrastare l’aumento degli incendi con l’attuazione del fuoco prescritto, per ridurre la presenza di biomassa a livello di sottobosco. In questo articolo gli autori hanno esaminato l’influenza del clima sui fenomeni di mortalità post-incendio in foreste di conifere degli Stati Uniti occidentali. Sono stati considerati 7117 alberi -da 251 aree trattate con fuoco prescritto- monitorati dal 1984 al 2005, confrontando i periodi … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Lo stress climatico aumenta la pericolosità degli incendi negli Stati Uniti occidentali

HIGHLIGHTS: Aumento dell’efficienza d’uso dell’acqua nelle foreste con l’aumento dell’anidride carbonica

Titolo originale: Increase in forest water-use efficiency as atmospheric carbon dioxide concentrations rise Autori: Trevor F. Keenan, David Y. Hollinger, Gil Bohrer, Danilo Dragoni, J. William Munger,Hans Peter SchmidAndrew D. Richardson Rivista: Nature, Vol 499, 324–327 (18 July 2013) doi: 10.1038/nature12291 L’articolo riporta una valutazione, basata su misure di lungo termine a scala di intero ecosistema, del rapporto fra traspirazione e fotosintesi  (effficienza d’uso dell’acqua, WUE) in foreste boreali e temperate. I risultati dell’analisi mettono in evidenza un trend crescente di WUE, superiore a quello previsto da modelli funzionali e considerazini teoriche. L’aumento viene principalmente attribuito ad un forte effetto … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Aumento dell’efficienza d’uso dell’acqua nelle foreste con l’aumento dell’anidride carbonica

HIGHLIGHTS: Risposta alla siccità nella foresta mediterranea: il ruolo dell’allometria idraulica

Titolo originale: The temporal response to drought in a Mediterranean evergreen tree: comparing a regional precipitation gradient and a throughfall exclusion experiment Autori: Nicolas K. Martin-StPaul, Jean-Marc Limousin, Hélène Vogt-Schilb, et al. Rivista: Global Change Biology  Volume 19, Issue 8, pages 2413–2426, August 2013 doi: 10.1111/gcb.12215 Un altro lavoro interessante sulla risposta alla siccità della foresta mediterranea. In questo caso, sono stati studiati boschi di leccio (Quercus ilex) in diverse condizioni climatiche (gradienti di precipitazioni) e anche sottoposti a esperimenti di parziale esclusione delle precipitazioni sottochioma. Sono stati studiati diversi caratteri ecofisiologici, primariamente legati alle relazioni idriche, a diverse scale, … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Risposta alla siccità nella foresta mediterranea: il ruolo dell’allometria idraulica

HIGHLIGHTS: Nuovo modello di stima della biomassa arborea nelle zone boreali e di alta quota

Titolo originale: A sink-limited growth model improves biomass estimation along boreal and alpine tree lines Autori:  Sebastian Leuzinger, Corina Manusch, Harald Bugmann and Annett Wolf Rivista: Global Ecology and Biogeography, Early view, 6 Feb  2013 doi: 10.1111/geb.12047 Una degli effetti attesi del cambiamento climatico è l’aumento dell’accumulo di biomassa negli ecosistemi delle alte latitudini e di alta quota. In questo articolo viene testata l’ipotesi che i modelli, tipo source-limited, finora usati per queste stime possano portare a una sovrastima del carbon stock per unità di superficie, sostituendo l’approccio source-limited con un approccio sink-limited all’interno del modello  Lund–Potsdam–Jena (LPJ). Le conclusioni … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Nuovo modello di stima della biomassa arborea nelle zone boreali e di alta quota

HIGHLIGHTS: Rinnovazione naturale nella pecceta montana dopo perturbazioni

Titolo originale: The interacting ecological effects of large-scale disturbances and salvage logging on montane spruce forest regeneration in the western European Alps Autori: Bottero A., Garbarino M., Long, J.N., Motta R. Rivista: Forest Ecology and Management, Vol 292,  pages 19–28, March 2013 doi: 10.1016/j.foreco.2012.12.021 La comprensione dei fattori che influenzano la rinnovazione naturale delle formazioni forestali rappresenta la base per impostare su basi di sostenibilità la gestione forestale. In questo articolo si riportano i risultati di un interessante studio sull’interazione di fattori di disturbo naturali (in un caso attacchi di insetti defogliatori, nell’altro caso di una tromba d’aria) e antropogenici … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Rinnovazione naturale nella pecceta montana dopo perturbazioni

HIGHLIGHTS: Effetti persistenti della siccità sulla foresta tropicale

Titolo originale: Persistent effects of a severe drought on Amazonian forest canopy Autori  Saatchi S., Asefi-Najafabady S., Aragão L.E.O.C., Anderson L.O., Myneni, R.B., Nemani R. Rivista: PNAS, vol. 110, no. 2, pp. 565-570, January 2013 doi: 10.1073/pnas.1204651110 Il lavoro riporta i risultati di indagini sperimentali e da remoto sulla mortalità arborea di lungo periodo nella foresta amazzonica come conseguenza di episodi acuti di siccità. Vieme mostrato come oltre 70 milioni di ettari della foresta amazzonica abbiano risentito sensibilmente, in termini di struttura della copertura e di contenuto idrico della chioma, della forte siccità del 2005 e come tali effetti risultino, … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Effetti persistenti della siccità sulla foresta tropicale

HIGHLIGHTS: Vulnerabilità convergente delle foreste alla siccità

Titolo originale: Global convergence in the vulnerability of forests to drought Autori: Brendan Choat, Steven Jansen, Tim J. Brodribb, et al. Rivista: Nature, Vol. 491, pages 752–756, November 2012 doi: 10.1038/nature11688S Attraverso un’estesa metanalisi di dati pubblicati e non, riguardanti 226 specie forestali di 81 siti sparsi per il mondo, è stato composto un interessante quadro d’insieme circa la vulnerabilità del sistema di trasporto idraulico all’embolia xilematica indotta da stress idrico. Il risultato più interessante, e preoccupante in relazione agli scenari di cambiamento climatico, è che il 70% delle specie esaminate opera in condizioni di sicurezza ristretta (< 1 MPa, … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Vulnerabilità convergente delle foreste alla siccità

HIGHLIGHTS: Sono i sopravvissuti, non le specie pioniere, che pilotano la dinamica post-perturbazione di una foresta temperata

Titolo originale: Survivors, not invaders, control forest development following simulated hurricane Autori: Barker Plotkin, Audrey, David R. Foster, Joel Carlson, and Alison H. Magill. Rivista: Ecology, early view, October 2012 Le tempeste di vento sono eventi che possono modificare profondamente i processi evolutivi della foresta. Questo lavoro riporta i risultati di una interessante ricerca di durata ultra ventennale, condotta  in un bosco misto Quercus rubra-Acer rubrumdi del New England (US), nel corso della quale sono stati simulati gli effetti di un uragano e studiati i meccanismi che controllano la dinamica post-perturbazione della foresta. I risultati sono abbastanza sorprendenti. L’attesa era … Continua a leggere HIGHLIGHTS: Sono i sopravvissuti, non le specie pioniere, che pilotano la dinamica post-perturbazione di una foresta temperata