EDITORIALE: Quali corsi universitari forestali a due anni dalla riforma Gelmini?

Quali corsi universitari forestali a due anni dalla riforma Gelmini?

Agricoltura e selvicoltura rappresentano un sistema complesso che produce beni e servizi essenziali per lo sviluppo del territorio rurale e il benessere della collettività, tra cui molteplici prodotti agricoli e forestali, bioenergie, qualità dell’ambiente e dello spazio rurale. Pur modulata a seconda delle specializzazioni connesse a tale multifunzionalità, l’identità del laureato che principalmente opera in questi settori è direttamente coniugabile con un approccio integrato ai temi della qualità/sicurezza/redditività dei prodotti e dei processi produttivi, della gestione delle risorse suolo, acqua, biodiversità e paesaggio e del supporto tecnico-scientifico alle politiche ambientali e ai progetti di sviluppo rurale. Continua a leggere “EDITORIALE: Quali corsi universitari forestali a due anni dalla riforma Gelmini?”

EDITORIALE: Che fine ha fatto il regolamento FLEGT?

CHE FINE HA FATTO IL REGOLAMENTO FLEGT?

Alla fine dello scorso anno il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (MiPAAF) è stato individuato quale Autorità Competente (AC) nazionale per l’attuazione dei Regolamenti FLEGT (Reg. 2173/2005 – Forest Law Enforcement, Governance and Trade) e Timber Regulation (Reg. 995/2010), inerenti il commercio di legno e prodotti derivati in territorio comunitario. Lo stesso MiPAAF, di concerto con il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e del Mare, dovrà a breve redigere anche il testo di una norma nazionale di attuazione dei citati Regolamenti e predisporre un apposito sistema sanzionatorio. Continua a leggere “EDITORIALE: Che fine ha fatto il regolamento FLEGT?”

EDITORIALE: iForest nel Journal of Citation Report di Web of Science

La nostra rivista iForest-Biogeosciences and Forestry ha ricevuto pochi giorni fa il pieno accreditamento internazionale con l’inclusione, da parte di Thomson Reuters, nel Journal of Citation Report (JCR 2011) di Web of Science (WoS) e l’assegnazione dell’Impact Factor (IF=0.507). Continua a leggere “EDITORIALE: iForest nel Journal of Citation Report di Web of Science”

EDITORIALE: A proposito delle valutazioni dei progetti FIRB e MIUR

C’è qualcosa di “suggestivo” nelle valutazione dei progetti FIRB e MIUR-COFIN.

Giunge notizia di progetti che hanno conseguito valutazioni ben superiori a 90/100, e che sono stati esclusi. Motivo? I progetti ammessi hanno conseguito la valutazione di 100/100 o pochissimo meno. Continua a leggere “EDITORIALE: A proposito delle valutazioni dei progetti FIRB e MIUR”

EDITORIALE: Quando si dice degli effetti del “Climatic Change”…

Secondo il testo di una legge recentemente promulgata dalla Regione Puglia, sembrerebbe che questo territorio sia interessato da caduta di “valanghe” (L.R. 12/2012, art. 2, comma 1, subcomma 2: “Gli interventi di trasformazione del bosco sono vietati, fatte salve le autorizzazioni rilasciate dagli enti preposti attraverso un procedimento unico teso alla semplificazione della procedura, coordinato dal competente Servizio foreste, compatibilmente con la conservazione della biodiversità, con la stabilità dei terreni, con il regime delle acque, con la difesa dalle valanghe e dalla caduta dei massi, con la tutela del paesaggio, con l’azione frangivento”), forse precoce effetto del cambiamento climatico in atto!

Continua a leggere “EDITORIALE: Quando si dice degli effetti del “Climatic Change”…”

EDITORIALE: Corso di laurea in scienze forestali e ambientali: rendiamo nuovamente possibile anche la laurea a ciclo unico?

In questi mesi la vita degli atenei italiani è caratterizzata dall’applicazione delle novità previste della recente legge di riforma. Un po’ dappertutto si stanno rinnovando le strutture primarie (scuole, dipartimenti) e gli organi dirigenti. Si tratta di un processo che in più di un caso ha comportato riformulazioni dell’offerta formativa, razionalizzazione dell’organizzazione didattica, a volte anche dolorose soppressioni.
Continua a leggere “EDITORIALE: Corso di laurea in scienze forestali e ambientali: rendiamo nuovamente possibile anche la laurea a ciclo unico?”

EDITORIALE: Caro GEV07, qualcosa non torna nei tuoi criteri di valutazione

E’ in corso, per le università italiane, la valutazione della qualità della ricerca (VQR) del periodo 2004-2010 da parte di ANVUR (Agenzia Nazionale per la Valutazione dell’Università e della Ricerca). Tale valutazione avrà un notevole impatto sui finanziamenti dei vari atenei e, qualora gli atenei intendessero farlo, potrà servire per distinguere strutture e settori diversamente produttivi sul piano scientifico, in modo da poter decidere in modo razionale sull’allocazione delle risorse all’interno delle università.
Continua a leggere “EDITORIALE: Caro GEV07, qualcosa non torna nei tuoi criteri di valutazione”

EDITORIALE: E’ davvero troppo il bosco in Italia?

Assistiamo da alcuni decenni alla schizofrenia dell’abbandono dei territori rurali marginali e non produttivi e, al contempo, a un consumo inarrestabile di suolo da parte di infrastrutture, poli commerciali e produttivi, espansione edificatoria sproporzionata e antinomica rispetto all’andamento demografico del nostro Paese, anche nei Comuni meno dinamici sotto il profilo economico. Negli ultimi due decenni, i soprassuoli forestali sono avanzati al ritmo di circa 35.000 ettari all’anno. Continua a leggere “EDITORIALE: E’ davvero troppo il bosco in Italia?”

EDITORIALE: La generazione (accademica) egoista

Fino a qualche tempo fa i professori universitari restavano all’università fino al limite di età consentito. Fuori ruolo a 70 o 72 anni, già vivevano con rammarico questo periodo e arrivati ai 75 quasi mai si rassegnavano ad abbandonare completamente l’attività. Molti, soprattutto i migliori, continuavano a frequentare gli istituti, a studiare e a seguire gli allievi. Era una prassi, forse con qualche aspetto negativo, ma anche con molti risvolti positivi. Continua a leggere “EDITORIALE: La generazione (accademica) egoista”

EDITORIALE: Non poteva Ernesto Galli della Loggia scrivere un commento più intelligente sulla proposta ANVUR?

Da qualche giorno l’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema universitario e della Ricerca) ha pubblicato un documento-proposta riguardante i criteri di valutazione dei candidati e dei commissari dell’abilitazione scientifica nazionale. Vi invito a scaricarlo dal sito ANVUR (⇒ http://www.anvur.org), e a leggerlo.  Continua a leggere “EDITORIALE: Non poteva Ernesto Galli della Loggia scrivere un commento più intelligente sulla proposta ANVUR?”

EDITORIALE: La valutazione degli Istituti CNR

Nel secondo semestre del 2009 ho contribuito, insieme a numerosi colleghi italiani e stranieri, alla valutazione degli Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Il Panel di valutazione di cui facevo parte si è occupato degli Istituti facenti capo al Dipartimento Terra e Ambiente. Il processo di valutazione è stato organizzato in modo che ogni Istituto fosse soggetto alla valutazione di almeno due Panel di valutazione. Continua a leggere “EDITORIALE: La valutazione degli Istituti CNR”

EDITORIALE: L’università a dieta: molti problemi, qualche opportunità

Non desidero imbarcarmi in una discussione sui contenuti della legge di riforma dell’università all’esame del parlamento. Già molto, per lo più in senso critico, è stato detto. Ma, forse, è anche tempo di pensare ad efficaci strategie di “adattamento” e risposta, piuttosto che a semplici tattiche di contrasto.  Continua a leggere “EDITORIALE: L’università a dieta: molti problemi, qualche opportunità”