HIGHLIGHTS: Disseccamenti e collasso idraulico in angiosperme legnose temperate durante una siccità estiva estrema

Titolo originale: Shoot desiccation and hydraulic failure in temperate woody angiosperms during an extreme summer drought

Autori: Andrea Nardini, Marta Battistuzzo, Tadeja Savi

Rivista: New Phytologist, early view, 18 April 2013,

doi: 10.1111/nph.12288

New Phytologist

Un lavoro quasi in tempo reale. Colta l’occasione di un evento di siccità estrema durante l’estate del 2012, è stato caratterizzato lo stato irdrico e la condizione idraulica di sei angiosperme legnose dell’ambiente carsico triestino.  Il risultato principale riguarda la relazione fra intensità del danno (quantificata in termini di percento di chioma con disseccamenti) e le propretà idrauliche, in particolare  il valore di potenziale idrico in grado di indurre il 50% di perdita della conduttività idrulica (PSI50), e la densità del fusto. I disseccamenti sono risultati più diffusi nelle specie con valori meno negativi di PSI50. Questi tratti appaiono quindi di interesse per la previsioni della risposta specifica ad eventi di siccità estrema, come si attendono per effetto del cambiamento climatico in atto.

Keywords:  Latifoglie, Siccità, Xilema, Densità del fusto, Vulnerabilità, Embolia, Cambiamento climatico,

Settore di Ricerca : Ecofisiologia, Cambiamento climatico

Vai all’Articolo