HIGHLIGHTS: 2500 di variabilità climatica in Europa e suscettibilità dell’uomo

Autori: Buntgen U., Tegel W et al.

Science, vol. 331, pp. 578-582 – doi: 10.1126/science.1197175

*Si tratta di una estesa (2500 anni) ricostruzione del clima dell’Europa centrale effettuata con metodi dendrocronologici. Gli aspetti più interessanti riguardano le evidenze di estati calde e umide durante il perido medioevale e durante l’impero romano. Viene fatto un interessante tentativo di mettere in relazione la variabilità climatica con le vicende delle civiltà del passato, con particolare riferimento ad andamenti climatici che potrebbero aver acuito la crisi dell’impero romano d’occidente a partire dal III secolo e aver influenzato i grandi processi di migrazione di popoli. L’evidenza di un forte impatto del clima sulle civiltà del passato rappresenta un motivo a favore delle politiche di mitigazione del cambiamento climatico in atto.

Keywords: Ricostruzione climatica, Europa, Dendrocronologia, Civilizzazioni, Crisi
Settore di Ricerca : Climate Change

Vai all’Articolo